News‎ > ‎

Post


Il primo master per DIGITALIZATION MANAGER. A Pisa

pubblicato 3 ott 2019, 08:38 da Antonella Martini

In Toscana nasce il primo master per diventare Digitalization Manager, un professionista in grado di guidare i processi di digitalizzazione delle imprese, in ottica Industria 4.0.

Il master di I livello in Industry 4.0 Design – Enterprise Digitalization and 4.0 Technologies è il frutto della collaborazione tra l’Università di Pisa, l’Università di Firenze, l’Università di Siena e la Scuola Superiore Sant’Anna.

Dall’unione delle migliori competenze dei quattro atenei ha preso forma un percorso didattico di alta formazione part-time, della durata di 8 mesi, che prenderà il via il 15 novembre e terminerà il 24 luglio del prossimo anno.

La scelta di un’organizzazione part time delle lezioni – venerdì (dalle 9 alle 18) e il sabato (dalle 9 alle 13) a fine settimana alterni – nasce dalla volontà di consentire la partecipazione anche a candidati già impegnati nel mondo del lavoro, senza che costoro debbano interrompere la propria attività lavorativa.

Le lezioni del corso, tenute in italiano, si terranno presso il GATE Centre di Pisa, Distretto Advanced Manufacturing 4.0 della Regione Toscana, per favorire un contatto diretto tra i partecipanti e le imprese del territorio che operano nell’ambito della digitalizzazione dei processi aziendali.

Il percorso didattico

Obiettivi formativi

Il Master in Industry 4.0 Design – Enterprise Digitalization & Technology, come accennato in apertura, si pone l’obiettivo di creare la figura del Digitalization Manager, un esperto in processi di digitalizzazione delle imprese legati al nuovo paradigma di Industria 4.0, in tecnologie digitali e modelli di business delle aziende.

Il DM ha il compito di individuare e selezionare le tecnologie più idonee per apportare un reale beneficio all’azienda, così da consentire a manager ed operatori di focalizzarsi sulle attività a maggior valore aggiunto. Tale figura è in grado di analizzare le funzioni aziendali e di coniugare l’attenzione per gli aspetti di processo con le tematiche di management.

Il percorso presenterà una serie di tecnologie 4.0 che al momento non vengono applicate nei processi produttivi, ma che potrebbero generare benefici rilevanti nell’ambito di diverse funzioni aziendali a tutti i livelli, dalla produzione alle risorse umane, dalla manutenzione agli acquisti.

Il percorso è multidisciplinare e si compone di lezioni frontali e attività pratiche come esercitazioni in aula, lavori di gruppo e analisi di casi studio. L’attività didattica prevede l’intervento di una serie di imprese e professionisti i quali andranno a rappresentare la loro esperienza nell’ambito dell’Industria 4.0.

Al termine delle attività in aula, è previsto un tirocinio in azienda di 160 ore, del valore di 15 CFU, durante il quale i partecipanti dovranno analizzare il livello di maturità digitale dell’impresa nel quale verranno ospitati e quindi individuare le azioni correttive da attuare, in linea con gli obiettivi che l’azienda intende perseguire.

I risultati del tirocinio saranno oggetto di discussione nel corso della prova finale. Al termine del Master ci sarà la possibilità di effettuare colloqui per eventuali possibilità di inserimento con le aziende partner.

A chi si rivolge

Il  Master in Enterprise Digitalization & Technology è rivolto ai laureati del vecchio del nuovo ordinamento in ogni disciplina, nonché ai professionisti già operanti nel settore, che desiderino acquisire e ampliare le proprie competenze nell’ambito delle tecnologie digitali e la loro applicazione nello sviluppo dei processi aziendali.

I candidati ideali sono:

–  Neolaureati che vogliano arricchire il proprio bagaglio di competenze da spendere nel mondo del lavoro:

– Professionisti, già inseriti nel mondo del lavoro che intendono acquisire e approfondire competenze digitali da introdurre nelle realtà aziendali già avviate.

L’articolazione della didattica nella formula part time è stata appositamente concepita per consentire la partecipazione anche ai lavoratori.

La partecipazione è aperta anche a persone non laureate, che potranno essere presenti con la qualifica di studente Uditore acquisendo, al termine del percorso, l’attestato di frequenza al Master.

Le modalità di iscrizione

Se vi ritrovate in una delle categorie sopra menzionate e intendete iscrivervi al master, ecco come dovete procedere.

Le quote di partecipazione

La quota di partecipazione è di 4.700 euro per gli allievi ordinari ed è suddivisa in tre rate.

– Rata n. 1 importo 1.880,00 € scadenza 31 Ottobre 2019
– Rata n. 2 importo 1.410,00 € scadenza 15 Gennaio 2020
– Rata n. 3 importo 1.410,00 € scadenza 15 Giugno 2020

La quota di partecipazione per i non laureati è di 2.300 euro.

Per i candidati più meritevoli sono disponibili borse di studio a copertura parziale della quota d’iscrizione, messe a disposizione dal Master e dalle aziende partner.

La procedura di iscrizione

Per partecipare Master di I livello in Industry 4.0 Design – Enterprise Digitalization and 4.0 Technologies il candidato dovrà procedere in due fasi:

– Presentare domanda di pre-immatricolazione on line collegandosi al portale Alice inserendo i dati richiesti. Al termine della procedura, il sistema rilascia una ricevuta di avvenuta richiesta d’immatricolazione.

– Contattare la Segreteria del Master ed inviare la seguente documentazione entro il 15 Ottobre 2019: il curriculum vitae e la ricevuta di avvenuta richiesta d’immatricolazione.

La documentazione potrà essere consegnata con le seguenti modalità:

– Invio e-mail ordinaria a masterindustry40@ing.unipi.it;

– Consegnata a mano presso la segreteria didattica del Master presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale in Largo Lucio Lazzarino a Pisa.

Infine, è anche possibile seguire soltanto alcuni dei moduli dell’offerta formativa globale. Il costo viene quindi riproporzionato.

2 nuovi corsi A SCELTA alla LM

pubblicato 18 set 2019, 02:03 da Antonella Martini   [ aggiornato in data 18 set 2019, 02:03 ]

Da questo a.a. sono stati attività 2 nuovi corsi per le Attività a Libera scelta. I corsi saranno tenuti da professionisti del settore ed avranno un taglio molto pratico:

  1. "Change Managment" (2° sem): Il corso intende fornire gli strumenti concettuali ed operativi per affrontare i progetti di trasformazione aziendale, in genere guidati all'adozione di nuove soluzioni tecnologiche, assumendo come missione la risposta positiva del personale coinvolto nel processo di cambiamento. Obiettivi: rendere consapevoli degli impatti che i progetti di cambiamento hanno sul "capitale umano" e dei relativi rischi di insuccesso; far acquisire conoscenza del modello generale che costituisce il framework col quale impostare il percorso della transizione; sperimentare l'utilizzo di metodi e tecniche per rendere operativo il framework generale; sensibilizzare ai diversi contesti reali nei quali vengono posti in essere progetti di trasformazione organizzativa col ricorso a casi e testimonianze. Il corso rilascia 3 CFU.
  2. "Sviluppo Strategico Business to Business" (1° sem): Il Corso di prefigge di fornire agli studenti i più aggiornati elementi teorici, di metodo e pratici per poter impostare correttamente lo sviluppo strategico nelle aziende B2B, usarne tutte le leve e controllarne i risultati e benefici nel tempo. Il corso ha lo scopo di mettere in grado i partecipanti di interloquire sul tema dello sviluppo innovativo, marketing strategico e marketing e comunicazione digitale con aziende che operano in filiere industriali B2B e di candidarsi ad una posizione junior in funzioni analoghe. Il corso rilascia 3 CFU.

I programmi li trovate in ALLEGATO.

A questi 2 corsi, si aggiunge MANAGEMENT CONSULTING SKILLS, 6CFU, A SCELTA, che può essere usato da coloro che faranno il percorso Junior Consulting à vd. https://sites.google.com/a/dici.unipi.it/gestionale/sofl

SPRINT4.0: internazionalizzazione e competenze su Industria 4.0 per gli studenti

pubblicato 10 set 2019, 02:03 da Michele lanzetta   [ aggiornato in data 10 set 2019, 02:03 ]

SPRINT4.0 è un corso di 5 giorni che avrà l’obiettivo di formare studenti di Ingegneria sui temi di Industria 4.0 e che prevede il riconoscimento di 3CFU.


Il video descrizione del progetto qui:

https://www.youtube.com/watch?v=mV1MgB11Qyc


Il corso nasce nell’ambito di un progetto europeo Erasmus+ in cui sono coinvolti partner universitari ed aziende provenienti da Spagna e Germania.

Il corso si terrà presso il GATE Center dal 23/09/2019 al 27/09/2019.


Il corso tratta temi legati all'industria 4.0 e sarà composto da lezioni frontali e workshop con casi reali di applicazione (microcontrollori e cobot etc.). Durante la settimana i partecipanti verranno divisi in gruppi e saranno tenuti a rispondere ad una challenge lanciate da un’impresa estera partner, in cui avranno un mese di tempo per poter sviluppare un prEtotipo.


Due membri del team vincitore della challenge avranno la possibilità di effettuare un tirocinio di un mese presso l’azienda partner spagnola nella città di Barcellona con la copertura di tutte le spese da parte dell'Università.


Informazioni dettagliate nel bando:

SPRINT4.0 - Bando


Per iscriversi al corso è necessario compilare il form al seguente link:

https://www.sprint40.eu/join/

Al via ASSETS+, il progetto europeo coordinato dal prof. Gualtiero Fantoni

pubblicato 6 set 2019, 01:37 da Antonella Martini

Quali sono le nuove competenze che più avranno impatto sul settore della difesa? E quali le strategie migliori per disseminare nuove conoscenze e pratiche in un settore così ampio ed eterogeneo? Sono solo alcune delle domande alle quali risponderà il progetto ASSETS+ (Alliance for Strategic Skills addressing Emerging Technologies in Defence) il progetto europeo Erasmus+ appena finanziato con oltre 3 milioni di euro per i prossimi tre anni. Capofila del progetto è l’Università di Pisa, con il professor Gualtiero Fantoni (dipartimento di Ingegneria civile e industriale) come coordinatore scientifico e un gruppo di ricerca multi-disciplinare, che coinvolge docenti e giovani ricercatori di vari dipartimenti dell’Ateneo. Tra le aziende del progetto: Rolls Royce, Airbus e Leonardo Elicotteri. 

L’obiettivo è quello di istituire una filiera sostenibile delle risorse umane per l’industria della difesa. Il risultato del progetto sarà una piattaforma stabile e auto-sostenibile per il reclutamento e la crescita di dipendenti sia tra settori diversi e sia dalle start-up, alle PMI, alle grandi imprese. 

fantoni 333“Si partirà da un’analisi delle competenze che stanno maggiormente impattando il settore, soprattutto negli ambiti della robotica, dell'Intelligenza Artificiale e Industria 4.0 – spiega il professor Gualtiero Fantoni – Da lì si darà il via alla progettazione di corsi che andranno incontro alle esigenze delle aziende che lavorano nel settore e che sempre più chiedono metodi moderni di apprendimento. I corsi si baseranno sul Problem Based Learning, sul PrEtotyping, sulla creazione di comunità di pratica e di Innovation camp. Non ultimo, avremo un focus sulla incentivazione della mobilità, sia geografica sia fra aziende".

Il progetto avrà un impatto non solo su studenti, dottorandi e ricercatori, ma anche sulle moltissime PMI che lavorano nella supply chain del settore, nonché su dipendenti di multinazionali. In particolare, le PMI saranno rappresentate nel consorzio da un organismo, al fine di garantire la scala adeguata che spesso purtroppo non riescono ad avere date le loro dimensioni.

Dopo EndureBeFORE e Ulisse, si tratta del quarto progetto europeo sul tema sviluppo di nuove competenze, del quale sono responsabile scientifico per l’Università di Pisa – aggiunge il professor Fantoni – Questo sta creando un gruppo di ricerca multidisciplinare e giovane che comprende dottorandi e ricercatori, non solo dei dipartimenti di ingegneria, ma anche economisti, psicologi del lavoro, matematici e fisici. Ed è proprio di questi giorni la notizia della vincita del premio Nobile da parte di Filippo Chiarello. Teniamo molto inoltre a lavorare in sinergia con realtà del territorio come Gate Center di Pisa e la Fondazione Giacomo Brodolini, che da anni lavora sul tema delle competenze".


Dal sito UniPI

A Filippo Chiarello il premio Nobile 2019

pubblicato 6 set 2019, 01:32 da Antonella Martini

Filippo Chiarello, PhD presso il dipartimento di Ingegneria dell'energia, dei sistemi, del territorio e delle costruzioni dell’Università di Pisa, è il vincitore del Premio Nazionale Bernardo Nobile 2019, nella categoria tesi di dottorato. Il premio, bandito dall'Area Science Park di Trieste, assegna un premio di 2500 euro al lavoro che abbia utilizzato esplicitamente i brevetti come fonte di informazione.

La tesi dal titolo Mining Technical Knowledge. Natural Language Processing Techniques and Engineering Management Methodsè stata discussa sotto la supervisione dei professori Andrea Bonaccorsi e Gualtiero Fantoni.

La tesi studia come l'Intelligenza Artificiale può aiutare ingegneri e manager a estrarre informazioni da grandi moli di dati, in formato testuale. L'approccio adottato nella ricerca ha consentito anche di sviluppare soluzioni software innovative per l'analisi e l'applicazione in contesti industriali. Nella tesi di Chiarello è data ampia evidenza di come le informazioni contenute nei brevetti e negli articoli scientifici possano riguardare diversi ambiti (come design di prodotto, gestione delle risorse umane o marketing), se si riesce a mettere insieme la conoscenza degli esperti di dominio con la potenza computazionale dei moderni algoritmi di Intelligenza Artificiale. L'allargamento delle fonti d'informazione a settori meno scontati, la creazione di ‘ponti’ fra queste fonti, quali ad esempio fra social network e brevetti o fra Wikipedia e la letteratura scientifica, conferisce un ulteriore carattere di originalità al lavoro.

“Si tratta di un riconoscimento prestigioso, che è frutto anche di un sistema di lavoro del gruppo di ricerca del quale faccio parte. Infatti, le conoscenze multidisciplinari che il gruppo coltiva, nonché le numerose collaborazioni di ricerca con centri e imprese, sono essenziali per fare ricerca in questi ambiti” – afferma l’ing. Chiarello.

Filippo Chiarello, 29 anni, originario di Grosseto, è attualmente assegnista di ricerca in Ingegneria economico-gestionale e lavora al progetto Erasmus+ Ulisse. È Project Manager del progetto "Understanding European Projects through Text Mining" (Fondazione Giacomo Brodolini, Università di Pisa) e teaching assistant per l'insegnamento "Strategic and Competitive Intelligence", della professoressa Antonella Martini (MSc Data Science & Business Informatics). Ha al suo attivo collaborazioni di ricerca con lo spin-off Erre Quadro ed è fondatore di una sua start-up – Texty - con la quale ha vinto il I e II premio alla competizione Lazio Innova 2019, sul tema HR 4.0.

Dal sito UniPI

Master di II livello in Valorizzazione delle Diverse Abilità e Educazione Inclusiva

pubblicato 4 set 2019, 06:04 da Michele lanzetta   [ aggiornato in data 16 ott 2019, 11:56 ]

https://master.cafre.unipi.it/
Il Master proposto dal Centro Interdipartimentale per l'Aggiornamento, la Formazione e la Ricerca Educativa CAFRE dell'Università di Pisa e diretto dal prof. ing. Michele Lanzetta si rivolge a 
(top) manager, consulenti e formatori interessati ad aumentare le proprie competenze nella gestione e valorizzazione delle risorse umane all'interno di imprese e organizzazioni in genere

Prevede la frequenza per un pomeriggio a settimana da fine Novembre 2019, anche online al costo di soli €800,00

Ha una durata annuale e fornisce 60 crediti formativi universitari CFU e il Diploma di Master per coloro che frequentano almeno il 70% delle lezioni e svolgono tirocinio presso un'organizzazione di propria scelta o individuata attraverso i docenti del Master

Richiede la laurea magistrale/specialistica/vecchio ordinamento o esperienza significativa equivalente dato il carattere interdisciplinare integrato delle tematiche trattate, dall'ambito medico/psicologico, agli aspetti organizzativi/comunicazione, soft skill e pedagoci





Master Digital I4.0 design: al via le iscrizioni

pubblicato 19 lug 2019, 00:22 da Antonella Martini   [ aggiornato il 4 set 2019, 06:07 da Michele lanzetta ]

Il Master di I livello in Industry 4.0 Design – Enterprise Digitalization and 4.0 Technologies è un percorso di alta formazione part-time, della durata di 8 mesi, che prenderà avvio il 15 Novembre 2019 e terminerà il 24 Luglio 2020. Il Master nasce dalla collaborazione tra l’Università di Pisa, l’Università degli Studi di Firenze, l’Università di Siena e la Scuola Superiore Sant’Anna integrando in un unico percorso le migliori competenze messe in campo dagli Atenei coinvolti. Molti docenti del CdS Ing. Gestionale sono coinvolti nel master, il cui Responsabile Scientifico è il prof. Gualtiero Fantoni,

L’articolazione della didattica nella formula part time – venerdì (dalle 9:00  alle 18:00) e il sabato (dalle 9:00 alle 13:00) a fine settimana alterni – è stata concepita per permettere la partecipazione anche a candidati già impegnati nel mondo del lavoro, al fine di consentire loro di seguire il Master senza dover interrompere l’attività lavorativa. 

Le lezioni del corso, tenute in italiano, si svolgono presso il GATE Centre di PisaDistretto Advanced Manufacturing 4.0della Regione Toscana, al fine di favorire un contatto diretto tra i partecipanti ed imprese del territorio che operano nell’ambito della digitalizzazione dei processi aziendali. 

La frequenza al Master consente di acquisire 60 Crediti Formativi Universitari (CFU). A conclusione del percorso, ai partecipanti che hanno seguito almeno il 70% delle attività ed hanno completato il project work finale sarà riconosciuto il Diploma di Master.

Il percorso multidisciplinare, suddiviso in 6 moduli tematici, consente l’accesso ai laureati in ogni disciplina, secondo la logica interdisciplinare che caratterizza la moderna professione del Digitalization Manager e coniuga l’alta formazione universitaria con le realtà aziendali di rilievo nei settori dell'Industria 4.0. I candidati ideali sono neolaureati e professionisti che intendono acquisire competenze specifiche sulla digitalizzazione delle imprese.

Maggiori info: sito del master

Corso gratuito per traduttori tecnologici

pubblicato 8 giu 2019, 05:42 da Antonella Martini   [ aggiornato il 4 set 2019, 06:09 da Michele lanzetta ]

Lo Sportello Matematico per l'Innovazione e le Imprese sta organizzando un corso in Trasferimento delle Tecnologie Matematiche che avrà luogo in modalità intensiva durante cinque giornate dal 29 luglio al 2 agosto 2019 presso l'Istituto per le Applicazioni del Calcolo del CNR.

Oltre ad informarti dell'iniziativa, ci piacerebbe chiedere la collaborazione del Dipartimento di Informatica, Università di Pisa, di cui sei referente presso lo Sportello Matematico, per diffondere l'informazione presso studenti potenzialmente interessati.

Il corso è rivolto principalmente a giovani laureati in Scienze Matematiche e Fisiche, Ingegneria, Economia, Informatica e Statistica, con l'obiettivo di formare la figura professionale dell'Esperto in Trasferimento delle Scienze e Tecnologie Matematiche per l'Innovazione (in breve: Traduttore Tecnologico).
Tale figura nasce per facilitare la comunicazione e promuovere collaborazioni tra imprese e centri di ricerca. Grazie alla sua formazione interdisciplinare, il Traduttore Tecnologico è in grado di abilitare un numero crescente di collaborazioni volte ad apportare benefici tangibili alle imprese e facilitare l'incontro e l'intermediazione tra i bisogni tecnologici delle PMI e le competenze nelle Scienze e Tecnologie Matematiche disponibili nel sistema della ricerca pubblica e privata, attraverso la mediazione e lo scambio continuo tra i diversi stakeholder

Il corso è gratuito. Il numero massimo di partecipanti è 20, selezionati sulla base del curriculum, di una lettera di presentazione e di un colloquio motivazionale.

Le domande di partecipazione possono essere presentate entro il 30 Giugno 2019.
0649937369/59

2^ Career Week al via

pubblicato 16 mag 2019, 01:18 da Antonella Martini   [ aggiornato il 4 set 2019, 06:09 da Michele lanzetta ]

L'Università di Pisa organizza dal 20 al 24 maggio 2019 la 2° edizione della Career Week di Ateneo

La giornata inaugurale della manifestazione si terrà lunedì 20 maggio alle ore 15.00 nell'Auditorium dell'Unione Industriale Pisana (Via Volturno 43), dove è prevista una tavola rotonda sul tema "Università e mondo produttivo: eccellenze al servizio dello sviluppo". 
Le giornate dal 21 al 24 maggio, durante le quali si potranno incontrare le aziende interessate ad assumere, si svolgeranno presso le Officine Garibaldi in Via Vincenzo Gioberti 39.

La manifestazione vede la presenza di oltre 40 aziende che disporranno per l'intera giornata di uno stand al quale si potrà accedere per avere informazioni. Ogni azienda farà una breve presentazione di 15 minuti secondo il calendario pubblicato sul sito
Per poter effettuare un colloquio conoscitivo è necessario consultare le offerte di lavoro (file allegato) pubblicate sul portale e candidarsi espressamente per ogni posizione.

Importante novità di questa edizione è l'"Aperitivo con gli Alumni": quattro laureati dell'Università di Pisa, intervistati da altrettanti giornalisti, racconteranno la loro esperienza di studi e professionale per condividerla con i partecipanti. Gli ospiti saranno Chiara Pavan, chef dell'anno 2018 per le Guide de l'Espresso; Ilaria Gaspari, scrittrice; Massimo Pasca, artista, che effettuerà anche una sessione di live painting e Stefano Quaglierini, comunicatore del vino sui social, con cui chiuderemo la manifestazione con un assaggio di vini del territorio.

L'evento è riservato agli studenti e ai laureati dell'Università di Pisa. Per ragioni organizzative è necessaria l'iscrizione tramite il portale Career Center by Job Teaser al seguente link: https://unipi.jobteaser.com/it , utilizzando al primo accesso l'account email @studenti.unipi.it.

È importante ripetere l'iscrizione per ogni giornata di interesse e soprattutto, se si è interessati a svolgere un colloquio, a inviare anche la candidatura perché l'iscrizione generica è valida solo per l'accesso agli stand.
Per qualsiasi dubbio, domanda o informazione aggiuntiva non esitate a contattarci all'indirizzo careerservice@unipi.it  

Presentazione Pavan Gea macchine per il settore alimentare

pubblicato 14 mag 2019, 07:31 da Michele lanzetta   [ aggiornato in data 14 mag 2019, 07:41 ]

L'ing. Matteo Talamo e l'ing. Roberto Marini dell'Azienda/Gruppo leader mondiale (98% di export) nel settore omogeneizzati e confezionamento ha presentato le proprie tecnologie e le opportunità di tirocinio e assunzione (scarica la presentazione PDF in calce) nell'ambito del corso di Tecnologia Meccanica del prof. Michele LANZETTA Lunedì 13 Maggio 2019


Pavan S.p.A.
Via Monte Grappa, 8 – 35015 – Galliera Veneta (PD), Italy

1-10 of 75